Percorso storico-culturale tra Chiese e Palazzi a Gallipoli

Avete voglia di fare i turisti interessati alla storia e all’architettura della città? Qui vi suggeriamo un percorso storico-culturale per le strade della “città bella”, dal greco “kalè polis”. Tutto si concentra all’interno del borgo antico, ma l’itinerario parte prima di accedervi. Troverete, infatti, la Fontana Greca, la più antica d’Italia, poco prima di salire sul ponte, […]

Avete voglia di fare i turisti interessati alla storia e all’architettura della città? Qui vi suggeriamo un percorso storico-culturale per le strade della “città bella”, dal greco “kalè polis”. Tutto si concentra all’interno del borgo antico, ma l’itinerario parte prima di accedervi. Troverete, infatti, la Fontana Greca, la più antica d’Italia, poco prima di salire sul ponte, alla vostra sinistra. La piccola cappella che vedete nelle vicinanze è dedicata a Santa Cristina, a cui i pescatori sono molto devoti tanto da festeggiarla ogni anno con una grande festa il 24 luglio. Nella piazzetta non potrete fare a meno di notare la Chiesa di Santa Maria del Canneto, risalente al XVII secolo. Per raggiungere Gallipoli vecchia, attraverserete il ponte seicentesco con vista magnifica sul Castello Angioino e sul porto. Ai vostri piedi troverete il Mercato del Pesce.

canneto-gallipoli

All’ingresso nel Borgo, procedete lungo le mura, per la Riviera Cristoforo Colombo, vi imbatterete nella Chiesa di San Francesco di Paola, risalente al seicento, con interessanti opere al suo interno. Nelle vicinanze le Torri di San Giorgio e San Benedetto e il Palazzo Tafuri.

percorso-gallipoli-01

Proseguendo oltre, troverete la Chiesa della Purità, tripudio di stili diversi, ricca di colori al suo interno, anche se la sua facciata appare molto semplice.

percorsogallipoli-01

 

Sempre passeggiando lungo le mura, fermatevi a a visitare la Chiesa di San Francesco d’Assisi, del XVII-XVIII secolo, con una facciata che vi stupirà grazie ai giochi di ombra e luce della pietra. Una dopo l’altra, scorgerete la Chiesa di S. Maria degli Angeli, con notevoli tele al suo interno, la Chiesa del Crocifisso, costruita dai maestri bottai suoi devoti, lineare all’esterno, ma dallo stile barocco internamente. E poi ancora, la Chiesa di S. Domenico al Rosario con unica navata ottogonale, la Chiesa delle Anime del 1660, ricca di tele e stucchi preziosi.

percorso-gallipoli-03

Vi ritroverete davanti di nuovo il Castello, dopo il giro completo. Da qui poterete proseguire la visita per palazzi e altre attrazioni storiche, entrando dalla via principale del centro storico, via Antonietta De Pace, come Palazzo Ravenna, Palazzo del Seminario e la Cattedrale,  tripudio del barocco gallipolino. Nelle sue vicinanze, la Chiesa di Santa Teresa d’Avila, la Chiesa di Santa Chiara, l’ex Oratorio dell’Immacolata (Sant’Angelo), Palazzo Arlotta dallo stile neoclassico, Palazzo D’Ospina in stile rococò, Palazzo D’Acugna con frantoio ipogeo, il Museo e la Biblioteca con materiale storico inestimabile.

Per il percorso, si consiglia di dedicare almeno un’intera giornata, ma anche due, per godersi la città senza fretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − sette =